LA JUVENTUS HA VINTO IL SUO NONO SCUDETTO         CONSECUTIVO!






La Juve non fallisce il secondo match point. Dopo il ko con l'Udinese, i bianconeri stendono 2-0 una buona Samp allo Stadium e vincono il 36esimo scudetto, nono consecutivo, con due giornate di anticipo. Sarri può finalmente festeggiare il suo primo titolo in Italia, dopo l'Europa League con il Chelsea. Uno scudetto strano, che arriva tra le critiche e non dirada tutte le nubi sulla testa del tecnico bianconero, che al triplice fischio non festeggia ma rientra subito negli spogliatoi. Ora la testa va subito alla Champions, e preoccupano gli infortuni di DybalaDe Ligt Danilo. Sul match scudetto non poteva non esserci la firma di Ronaldo, che ha sbloccato il match allo scadere del primo tempo, salendo a quota 31 gol in campionato, -3 da Immobile che ha segnato una tripletta con il Verona. CR7 è stato a un passo dalla doppietta al 90', ma ha centrato una traversa su rigore. Il duello per il titolo di capocannoniere con il bomber della Lazio promette emozioni fino alla fine del campionato. Il 2-0 lo ha segnato Bernardeschi, che proprio nel momento decisivo ha ritrovato il gol in serie A dopo due anni a secco. Sarri in attacco avanza Cuadrado nel tridente con la”Dybaldo”. A centrocampo Matuidi preferito a Bentancur insieme con Rabiot e Pjanic. In difesa si riprende il suo posto Bonucci con De Ligt. Partenza a ritmi lenti con la Samp attenta a chiudere ogni spazio e la Juve che fa la partita ma non impensierisce mai Audero. La squadra di Ranieri è chiusa nella sua metà campo, ma è sempre pronta a ripartire. La Juventus è lenta e impacciata. Presto arrivano i primi problemi per Sarri che al 29’ perde Danilo dopo un brutto scontro aereo con Ramirez. Il terzino deve arrendersi dopo cinque minuti con i medici. La botta è stata molto forte. Al suo posto il tecnico bianconero inserisce Bernardeschi con Cuadrado che scala in difesa. Al 38’ l’ex Quagliarella ci prova da dentro l’area ma il tiro è debole. Dopo Danilo, al 40’ alza bandiera bianca anche Dybala per problemi all’adduttore: al suo posto entra Higuain.Sembra girare tutto storto per Sarri, ma al sesto minuto di recupero sale in cattedra Ronaldo: lasciato colpevolmente solo dalla difesa della SampCR7 sfrutta un assist su punizione di Pjanic per battere Audero con un diagonale preciso. I blucerchiati pagano cara la prima disattenzione. Ronaldo segna un gol pesantissimo a pochi secondi dall’intervallo.Nella ripresa la Juve parte facendo girare il pallone con calma. Al 50' Ronaldo di testa manca il pallone di un soffio su punizione insidiosa di Pjanic. Poi la Samp si prende la scena e in un paio di minuti va vicina tre volte al gol. Prima Leris, poi Ramirez e Tonelli fanno venire i brividi a Szczesny. I bianconeri rischiano tantissimo e subiscono troppo. Al 61' ancora Ronaldo ci prova sfruttando un assist di Rabiot in contropiede, ma Audero si oppone. Il gol del 2-0 arriva al 67': Ronaldo parte in contropiede e calcia in porta, sulla respinta un po' maldestra di Audero si avventa Bernardeschi che non sbaglia. . La Samp al 77' resta in dieci per il secondo giallo a Thorsby che sbaglia un controllo e nel tentativo di recuperare abbatte Pjanic. Al 78' anche De Ligt deve abbandonare il campo per problemi muscolari, al suo posto entra Rugani. altri problemi per Sarri in ottica Champions. Nonostante l'inferiorità numerica, la Samp non si arrende e mette in difficoltà la Juve. All'82' Higuain fallisce il colpo del ko da solo davanti ad Audero su assist di Ronaldo. All'89' anche CR7 ha una grandissima occasione per chiudere i giochi su rigore, per un fallo di Depaoli su Alex Sandro: dal dischetto il portoghese centra la traversa. Ronaldo sfiora il gol anche a tempo scaduto. Ci saranno altre due partite per provare ad insidiare Immobile. Alla fine può partire la festa bianconera per il nono scudetto consecutivo. È un record: nessuno ci è riuscito nei cinque massimi campionati europei

Posta un commento

0 Commenti