La Juve allunga,la Lazio tiene testa,l'Inter umilia il Brescia,il Milan pareggia con la Spal,il Napoli cade a Bergamo e la Roma si ferma all'Olimpico con l'Udinese....

Torino-Lazio 1-2
5'rig Belotti,48'Immobile,72'Parolo

L’illusione di una vittoria prestigiosa ancorché utile in chiave salvezza si era materializzato al 5’ con il calcio di rigore trasformato da Belotti. La squadra di Longo non ha fatto i conti con una Lazio che continua a coltivare il sogno Scudetto. Immobile ha suonato la carica, Parolo ha ribaltato una sfida che avrebbe potuto chiudere anche i giochi. E, invece, indipendentemente dalla gara della Juve a Genoa, la vittoria del campionato per la Lazio resta ancora una possibilità concreta. La squadra di Inzaghi (squalificato nell’occasione) ha sinceramente meritato il successo giocando praticamente tutto l’incontro nella metà campo granata.


Genoa-Juventus 1-3
 5' st Dybala (J), 11' st Cristiano Ronaldo (J), 28' st Douglas Costa (J), 31' st Pinamonti (G)


La Juventus passa 3-1 sul campo del Genoa. Tutte e quattro le reti dell'incontro arrivano nella seconda frazione di gioco: Dybala sblocca, raddoppia Cristiano Ronaldo, poi Douglas Costa, entrato da pochi minuti, cala il tris. Poi il Genoa accorcia con Pinamonti


Inter-Brescia 6-0
5'Young,20' rig Sanchez,45'D'Ambrosio,53'Gagliardini,84'Eriksen,89'Candreva



L’Inter strapazza il Brescia 6-0, risponde alle vittorie di Juve e Lazio e continua la sua missione: tenere vivo il campionato più a lungo possibile. E Conte trova finalmente un nuovo protagonista, atteso quasi per tutta la stagione.Alla festa nerazzurra hanno partecipato diversi protagonisti inattesi: Young ha sbloccato la gara al 5’ con una splendida volée dal centro dell’area. Il raddoppio di Sanchez su rigore (20’). Il 3-0 è arrivato in chiusura di primo tempo con D’Ambrosio Nella ripresa è arrivata la rivincita di Gagliardini (7’), nella stessa porta dello sciagurato errore da due metri contro il Sassuolo: stavolta l’ex Atalanta è volato sopra tutti per girare in rete una punizione laterale di Sanchez. E il punto esclamativo è arrivato col primo centro in A di Eriksen (38’).- E cinque minuti più tardi ha chiuso il set Candreva.



Spal-Milan 2-2

13'Valoti (S),30'Floccari (S),79'Leao (M),93'Autogol Vicari (S)

 Al Mazza di Ferrara finisce 2-2 con i rossoneri costretti a rimontare il doppio svantaggio del primo tempo.- Un pareggio che rischia di rovinare la rincorsa al quinto posto degli uomini di Pioli che dopo quattro mesi ritrovano Zlatan Ibrahimovic. .-Primo tempo da incubo per il Milan che dopo un buon avvio si ritrova a inseguire i padroni di casa già dal 13′ quando, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, la difesa rossonera si addormenta e Valoti in mischia infila Donnarumma. La reazione è immediata,ma al 30′, Floccari si inventa una magia: calcio in drop dai 30 metri, Donnarumma è leggermente fuori dai pali e non può arrivare sul pallone che si infila sotto l'incrocio. Sotto di due gol, il diavolo schiaccia il piede sull'acceleratore, ma la precisione negli ultimi 16 metri non è delle migliori.  Al 43′ la Spal rimane in 10 per l'espulsione di D'Alessandro per un brutto fallo ai danni di Theo Hernandez. 

 Al 65′ arriva il momento di Ibrahimovic .- Il 2-1 alimenta le speranze di rimonta del Milan che ci prova continuamente sbattendo contro il muro di maglie biancazzurre. In pieno recupero, però, a dare una mano agli uomini di Pioli ci pensa Vicari che, su un cross laterale di Saelemaekers, nel tentativo di deviare in scivolata la palla in angolo, beffa il proprio portiere col più classico degli autogol. Alla fine non c'è più tempo. La Spal recrimina per tre punti persi nel recupero,il Milan per una partita che poteva vincere pur se faticando.



Atalanta-Napoli 2-0
47'Pasalic,55'Gosens

Il discorso Champions potrebbe essersi definitivamente chiuso. La sconfitta del Napoli in casa dell’Atalanta consente a Gasperini di tagliare fuori definitivamente dalla corsa Gattuso, che interrompe la sua serie di cinque vittorie consecutive e resta a 15 punti di distacco dal quarto posto. Troppi a 9 giornate dalla fine del campionato per poter parlare ancora di rimonta.-Era difficile pronosticare un’Atalanta così determinata a inizio ripresa, ma la squadra di Gasperini è tornata in campo trasformata. Un quarto d’ora di grande intensità, concretizzato con i gol di Pasalic (brutto errore in uscita di Fabian Ruiz) e del solito Gosens. Con i cambi (MilikLozanoCallejon e LobotkaGattuso ha provato a riaprire la partita, ma prima il messicano e poi Fabian Ruiz hanno sprecato due clamorose chances. Meglio il Napoli nell’ultima mezz’ora, ma l’enorme volume di gioco creato non ha dato frutti.


Roma-Udinese 0-2
MARCATORI: 35' pt Lasagna (U), 33' st Nestorovski (U)

Una Roma rimaneggiata ed evanescente, solo a tratti pericolosa - soprattutto con Carles Perez - crolla in casa contro l’Udinese, che passa con i gol di Lasagna e Nestorovski. Fonseca centra il secondo ko di fila, a pochissimi giorni dal 2-0 contro il Milan, resta al quinto posto in solitaria in virtù della sconfitta del Napoli a Bergamo ma si allontana ulteriormente dal sogno Champions, delimitato dall’Atalanta distante 12 punti, e raggiungibile solo con la vittoria di Europa League. E la prossima sarà proprio al San Paolo, con i giallorossi che domenica sera faranno visita alla squadra di Gattuso. Gotti fa 31 e si allontana dalla zona retrocessione.


Posta un commento

0 Commenti