Parma-Inter 1-2: l'Inter dorme per 80 minuti, poi la ribalta.


PARMA-INTER 1-2

15' Gervinho (P), 84' De Vrij (I), 87' Bastoni (I)




In casa di un ottimo Parma, la squadra di Antonio Conte è irriconoscibile per oltre un’ora di gioco, ma negli ultimi dieci minuti riesce a trovare due gol e a portare a casa tre punti che la mantengono a -4 dalla Lazio e -8 dalla Juventus.

 I nerazzurri (senza gli squalificati Skrinair e Conte)  giocano un primo tempo da incubo creando poco e senza riuscire a costruire azioni pericolose: la difesa traballa continuamente e fatica a contenere il tridente della squadra emiliana composto da: Cornelius, Kulusevski e Gervinho, che fanno letteralmente quello che vogliono.

È proprio l’esterno ivoriano a sbloccare il risultato su un’azione in cui la retroguardia nerazzurra era perfettamente schierata: l’ex Roma fa slalom tra i birilli e fredda Handanovic.

Nella ripresa  entra Sanchez per uno spento Eriksen ,cambiano gli esterni e riesce a cambiare qualcosa grazie alla vivacità dell’attaccante cileno.

Pur avendo creato pochissimo nei primi 70′ di gioco, i nerazzurri agguantano il pareggio con una spizzata di de Vrij che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, devia alla perfezione una torre di Lautaro Martinez. Subito dopo il pareggio, il Parma resta in dieci per l’espulsione di un Kucka furibondo e l’Inter riesce persino a raddoppiare.


A tre minuti dal 90′ Moses pesca sul secondo palo Bastoni che, con la difesa avversaria immobile, segna da due passi il più classico dei gol degli ex. Finisce così al Tardini.


Il commento:

In questa partita abbiamo visto un Parma migliore rispetto all'Inter e per 80 minuti riesce a dominare.-

Con gli ingressi in campo di Sanchez e il cambio degli esterni l'Inter si sveglia e riesce a trovare il pareggio con De Vrij e il gol partita di Bastoni l'Inter riesce a portare a casa i tre punti.-Il risultato è bugiardo difatti secondo me doveva terminare 1-0 oppure 1-1 ma nel calcio vince chi fa più gol. -In complesso ottima prestazione del Parma.



Posta un commento

0 Commenti