Ecclestone: “Ho parlato con Vettel, gli consiglio un anno sabbatico”

















Il presidente onorario della Formula 1 è convinto che il quattro volte campione del mondo voglia unirsi alla Mercedes



La separazione tra Sebastian Vettel e la Ferrari a fine 2020, annunciata ufficialmente con largo anticipo, ha lasciato il pilota tedesco senza un’immediata alternativa tra le proprie mani. Le due opzioni principali sembrano quelle del ritiro – peraltro suggerito dallo stesso campione nel comunicato, in cui spiegava della necessità di prendersi del tempo per valutare le proprie priorità – o il clamoroso trasferimento alla Mercedes. Tanti osservatori e addetti ai lavori hanno commentato positivamente il grande impatto mediatico che avrebbe l’accoppiata tutta tedesca e lo scontro interno tra Hamilton e Vettel, due piloti che assieme sommano la bellezza di dieci titoli iridati.
Buon amico dell’attuale pilota Ferrari è Bernie Ecclestone, che nei giorni scorsi gli aveva pubblicamente consigliato di trasferirsi in un team minore, prima di unirsi al coro degli entusiasti all’accoppiata Vettel-Hamilton in Mercedes. Nel corso di un’intervista rilasciata all’Evening Standard, l’ex Supremo della Formula 1 ha rivelato di aver recentemente discusso con il quattro volte iridato: “Ho parlato un po’ con lui e penso debba prendersi un anno di pausa. E poi tornare nel 2022, con la rivoluzione regolamentare”, ha spiegato Ecclestone, rivelando anche i desideri del tedesco: “Uno stop gli darà l’opportunità di aspettare e vedere come cambierà la F1. Ma penso che lui voglia correre per la Mercedes, contro Lewis“.


A proposito di Hamilton, l’89 enne britannico ha pochi dubbi: il suo futuro sarà legato alle Frecce d’Argento: “Se le cose resteranno così, non vedo ragioni per cui Lewis non vincerà per i prossimi 10 anni. Non ha senso per lui andare altrove. Quando lascerà la Mercedes, si ritirerà. Non penso che si guarderà attorno. Perché mai dovrebbe andare alla Ferrari?“, ha chiosato Ecclestone.

Posta un commento

0 Commenti