I giocatori inglesi contro il taglio degli stipendi




 "Il taglio del 30% degli ingaggi dei calciatori della Premier toglierebbe circa 200 milioni di sterline (228.500 milioni di euro) di entrate fiscali al governo". E' su questo aspetto che l'Assocalciatori inglese invita i club di Premier League a ragionare sul taglio del 30% degli ingaggi, chiesto anche dal dal ministro della Salute. 
"Tutti i giocatori di Premier vogliono fare e faranno la loro parte con significativi contributi finanziari in questi tempi senza precedenti, ma la riduzione del 30% dei salari ammonterebbe a un totale di oltre 500 milioni di sterline in tagli ai salari e una perdita di oltre 200 milioni di sterline in contributi fiscali al governo", afferma la PFA.