Taglio stipendi: la risposta di Cristiano Ronaldo

Il Coronavirus sta mettendo fortemente alla prova il calcio italiano, che, già indebitato, rischia il collasso. Venerdì Giorgio Chiellini aveva lanciato un appello, spingendo i compagni al taglio degli ingaggi durante la sospensione del campionato: la proposta del difensore prevede la rinuncia di una parte dello stipendio annuale, si parla di un mese e mezzo, per venire incontro alle esigenze del club, e avrebbe trovato l'appoggio dei senatori Buffon e Bonucci.

E ora anche di Cristiano Ronaldo. Secondo Tuttosport, l'attaccante portoghese avrebbe aderito alla proposta e sarebbe pronto a rinunciare a quasi 4 milioni di euro. Una linea che sembra aver messo d'accordo l'intera rosa, e che sarebbe stata tracciata dalla società attraverso colloqui a distanza andati in scena nei giorni scorsi.
A parte la rinuncia a un mese e mezzo di stipendio, le altre opzioni previste dalla società prevedono: il pagamento dell'ingaggio di marzo, seguito dall'interruzione della mensilità per il periodo di tempo che non si giocato; oppure la rinuncia da parte della squadra di due dei prossimi 4 stipendi mensili, se la serie A dovesse essere sospesa definitivamente. O la rinuncia di una retribuzione mensile se invece si dovesse riprendere.