Juve, quanto è costato il ritorno in Argentina ad Higuain? Cifre e dettagli


Gonzalo Higuain ha lasciato l'Italia, Torino, per raggiungere la sua Argentina.
Nel bel mezzo dell'emergenza Coronavirus COVID-19 e con i 15 giorni di quarantena non ancora terminati (Rugani e Matuidi, suoi compagni di squadra, sono risultati positivi al virus), il Pipita, che non ha sintomi ed è risultato negativo al tampone, ha scelto di tornare a casa.
Gonzalo Higuain
Il Pipita è 'fuggito' dall'Italia con una motivazione ben precisa: nessuna paura del virus o nessun egoismo, il giocatore della ​Juventus ha lasciato Torino (il club ne era a conoscenza) a causa delle non perfette condizioni di salute della mamma.
Dall'Argentina non arrivano buone notizie e si parla della mamma ricoverata in gravi ricondizioniamo. Oggi abbiamo fatto un pò i conti in tasca al Pipita: quanto è costato il ritorno in Argentina? Ci sono voluti tre scali per ritornare in Patria. Il giocatore ​sarebbe volato dall’Italia alla Francia, dalla Francia alla Spagna e dalla Spagna all’Argentina.
Hellas Verona v Juventus - Serie A
Higuain è tornato in Argentina con i jet privati a noleggio per una spesa complessiva non certo indifferente: la prima tratta sarebbe costata 7mila euro. Il viaggio dalla Spagna in Argentina è stato il più caro: un biglietto in business class con volo di linea costa sui 3.500 euro, il volo privato è quantificato da Privatejetfinder in 200.000 euro, un prezzo che si abbassa per chi come il Pipita è solito fare ritorno in Patria, abbastanza frequentemente.