Coronavirus, Shevchenko: "Mi ricorda Chernobyl. Forza Italia, vi sono vicino"



MILANO - "Forza Italia, ce la faremo tutti insieme. Vi sono sempre vicino". Parola di Andrij Shevchenko: l'ex fuoriclasse del Milan, in un messaggio a Sky Sport, ha raccontato la propria quarantena vissuta nella sua casa fuori Londra. "Sono chiuso in casa già da dieci giorni. Viviamo questa situazione con la speranza che le cose migliorino. Ora l'unica soluzione è rispettare le regole, restare in casa per rispetto non solo di noi stessi ma di quanti potremmo contagiare, magari non sapendo di essere positivi. Medici, infermieri e volontari stanno facendo un grandissimo lavoro, sono gli eroi del nostro tempo, li ringrazio di cuore".
"Come Chernobyl"
L'ucraino rievoca tristi momenti del passato: "Ho vissuto un momento molto simile quando avevo nove anni ed è scoppiata la centrale di Chernobyl, è stato un momento difficile. In situazioni del genere bisogna soltanto credere alle decisioni del Governo, senza fare cose stupide. Non dobbiamo pensare solo a noi ma a tutte le persone che potremmo contagiare involontariamente. Voglio salutare tutti gli italiani, un abbraccio forte".